Il cocktail di veleno e brandy che ha portato all’oro olimpico

 

Lunedì, l’Agenzia mondiale antidoping (Wada) ha riferito le sue conclusioni su un’indagine sul presunto doping russo dei suoi atleti olimpici. Da allora, 68 atleti di atletica leggera del paese hanno mantenuto il loro divieto olimpico e non gareggeranno a Rio. Il rapporto di Wada, tuttavia, mi ha spinto a vedere solo quali sostanze l’agenzia vieta.

Una sostanza può essere bandita se soddisfa due dei seguenti criteri: 1. ha il potenziale per migliorare o migliorare le prestazioni sportive ; 2. rappresenta un rischio per la salute reale o potenziale per l’atleta; 3.viola lo spirito dello sport.

L’elenco delle sostanze attualmente vietate è lungo e la maggioranza è esattamente quello che ci si aspetterebbe di vedere lì: steroidi; ormoni della crescita; sostanze che migliorano la produzione di globuli rossi o influenzano il metabolismo, e una lunga lista di stimolanti.Strychnine: il famigerato ma raro veleno nel cuore di un mistero moderno Per saperne di più

Ma una sostanza spicca davvero per me – stricnina Sebbene la stricnina sia certamente uno stimolante, non ho potuto immediatamente pensare a come avrebbe migliorato le prestazioni. È qualcosa che associo più a Agatha Christie, detective belgi e cadaveri in case di campagna.Strychnine incontra certamente il secondo e il terzo dei criteri di Wada, ma anche l’arsenico, il cianuro o qualsiasi altro classico veleno di Christie, ma non compaiono automaticamente nell’elenco di Wada. Le sostanze vengono bannate solo dopo che si è scoperto che un atleta le ha usate o se il loro potenziale di migliorare le prestazioni è ovvio. La ragione per cui la stricnina è nella lista bandita è perché almeno due atleti olimpionici (che io sappia) sono stati abbastanza pazzi da sopportarlo.

Il primo caso di doping stricnino risale ai giochi olimpici del 1904 svolti a St. Louis. Allora le cose erano un po ‘più rilassate. Gli eventi sportivi sono stati essenzialmente organizzati come side show per la più grande fiera mondiale che stava esibendo contemporaneamente e nella stessa città.I giochi recenti potrebbero aver affrontato accuse di scarsa pianificazione, e non c’è stata carenza di polemiche durante la storia dei giochi moderni, ma i giochi del 1904 prendono il biscotto. Ad esempio, la maratona che è stata disputata quell’anno è passata alla storia come la più caotica di sempre. È stato eseguito a 32C di calore su piste sterrate senza fermate d’acqua (anche se c’era un pozzo a metà percorso). Solo quattordici dei trentadue atleti che hanno iniziato la gara sono finiti.

La maratona olimpica del 1904 ha fatto la storia per diversi motivi. È stato il primo a vedere gli atleti neri prendere parte: Len Taunyane e Yamasani (Jan Mashiani). Nessuno di loro è stato registrato come concorrente nei giochi ed erano infatti venuti a Saint Louis dal Sud Africa per prendere parte all’Esposizione Universale.Yamasani ha concluso dodicesimo e Taunyane è arrivato nono, ma avrebbe potuto fare meglio se non fosse stato inseguito per circa un miglio dai cani aggressivi.

Un altro concorrente, un postino cubano chiamato Felix Carbajal, aveva raccolto abbastanza denaro per viaggiare ai giochi, ma ha perso tutto in una partita a dadi a New Orleans. Dovette fare l’autostop per il resto del viaggio fino a St. Louis e gareggiare nei suoi abiti civili. L’unica concessione che aveva fatto all’abbigliamento sportivo era trovare un paio di forbici per tagliargli i pantaloni all’altezza del ginocchio, così sembravano più corti. Carbajal ha iniziato bene ma ha deciso di prendersi una pausa dalla corsa brutale (un percorso molto collinoso e pieno di polvere soffocante sollevata dai veicoli di supporto che viaggiano a fianco dei concorrenti) e si è fermato in un frutteto a mangiare delle mele. Le mele non erano d’accordo con lui e così fece un riposino per riprendersi.Finì comunque quarto.

I migliori concorrenti in gara furono Frederick Lorz, un muratore di mestiere che si allenò di notte dopo aver terminato il suo lavoro diurno, e Thomas Hicks, un ottonista del Massachusetts. Lorz si ritirò al nono miglio e salì in macchina per essere riportato allo stadio per raccogliere le sue cose. L’auto poi si ruppe al diciannovesimo miglio e Lorz decise di fare jogging per tutto il tragitto. È stato il primo a tagliare il traguardo, ma è stato privato della medaglia d’oro quando gli organizzatori hanno scoperto che Lorz aveva completato gran parte del percorso in auto. Lorz ha affermato che era uno scherzo, ma nessun altro ha visto il lato divertente. Eredità tosica: una breve storia di rimedi veleni Per saperne di più

Hicks faire meglio. Ha preso un vantaggio iniziale, ma presto è stato segnalato. Le foto scattate durante la gara mostrano un Hicks esausto tenuto in piedi da due uomini.Oltre al supporto fisico, a Hicks è stato dato anche il supporto chimico sotto forma di stricnina. La stricnina è un potente stimolante dei motoneuroni, quelli che controllano le contrazioni muscolari. Troppa stricnina, circa 100 mg, può provocare convulsioni di tutto il corpo che possono uccidere paralizzando i muscoli per la respirazione. La dose letale più bassa conosciuta era solo 36 mg.

Hicks ha ricevuto circa 1 mg di solfato di stricnina e un po ‘di brandy, che sembrava rianimarlo, ma non per molto. Quindi, gli fu somministrata una seconda dose di stricnina. Quando ha tagliato il traguardo (dietro a Lorz) è crollato ed era troppo debole per raccogliere la sua medaglia. Molto più “aiuto” dalla sua squadra e Hicks potrebbe essere stato ucciso.Ma ha recuperato, e ha vissuto fino all’età di 76 anni, anche se non ha mai più gareggiato.

Nonostante abbia assunto uno stimolante in due occasioni durante la gara, Hicks non è mai stato privato della sua medaglia. La stricnina non era una sostanza proibita, anche se questo cambiò rapidamente, e persino il brandy che beveva non era un motivo per impedirgli di ottenere l’oro. È ancora, giustamente, elencato come il vincitore della maratona olimpica del 1904.

Ancora più incredibilmente, Hicks non è stato l’ultimo atleta olimpico a prendere la stricnina. Nelle Olimpiadi di Barcellona del 1992, il giocatore di pallavolo cinese Wu Dan fu ritenuto aver preso la stricnina. Gli atleti che sono pronti a vincere sono incredibili, come hanno dimostrato i molti recenti scandali sportivi. Mentre i riflettori puntano sulle Olimpiadi di Rio, possiamo solo sperare che nessuno sia abbastanza disperato da provare qualcosa di così terribile quanto stricnina.

About the Author