“Juve” per segnare e non poteva

“Juve” per segnare e non poteva. In molti modi, grazie a Hierro, che ha completamente fermato Del Piero. “Dov’è Del Piero? Hierro lo mangiò! “, Cantavano i tribuni entusiasti.

L’eroe descrisse la vittoria come una sorta di “risveglio”, che fu l’inizio di una nuova era per il “Reale”. Per quattro anni, le vittime di Madrid sono state “Valencia” (con un punteggio di 3-0) e “Bayer” (2: 1). Hierro divenne capitano dopo che Sanchi uscì. Nella squadra arrivò Zidane, e ora “Real” aveva paura di tutto.

Forse questo non è stato il miglior anno di Hierro nella squadra, ma la sua influenza non è mai stata così grande. Steve McManaman ha ricordato che “nulla nella squadra è accaduto senza la sua approvazione”. Ma qualcuno era ancora più importante di Hierro – Florentino Perez, che divenne presidente nel 2000.

Una nuova era e la verità è arrivata. Perez promise Luis Figo e mantenne la sua promessa. Fu formata una nuova composizione di superstar, ma il nuovo capitano Hierro non ne fu contento. In un’intervista del 2005, ha ricordato quel momento con irritazione: “Ci sono buoni giocatori, ottimi giocatori e grandi giocatori. Allora ho detto che la parola “galassia” avrebbe fatto più male che bene. Il calcio è qualcosa di più naturale e reale. L’uso di tali termini … è sbagliato. ”

E aveva ragione: nel 2003 la squadra iniziò a crollare. Secondo l’autore Sid Lowe, agli occhi del presidente Hierro e l’allora allenatore Vicento del Bosque sono stati un ostacolo che non gli ha permesso di realizzare la sua visione. Perez si era già sbarazzato di Fernando Redondo e stava cercando di vendere Morientes. Anche Hierro ha attaccato il presidente, accusandolo del fatto che per lui i giocatori erano come le azioni.

Alla fine, quando il Real Madrid ha celebrato la vittoria nell’esempio, Hierro ha rifiutato di accompagnare i compagni di squadra al secondo turno d’onore. Era stanco della costante commercializzazione del “Real”, che era associato al nome di Peres.

Dopo di ciò, non ebbe nemmeno il tempo di salutare.

Nell’estate del 2003, Hierro lasciò il Real Madrid dopo 14 anni nel team. Ha vinto cinque campionati e tre coppe della Champions League. Nell’esempio, è entrato nel campo 497 volte e ha segnato 105 gol.

About the Author