La pallavolo maschile degli Stati Uniti non ha una lega professionistica, ma ha l’occhio sull’oro olimpico

 

Eppure, gli uomini degli Stati Uniti sono contendenti alla medaglia olimpica, basandosi sui successi del passato (medaglie d’oro nel 1984, 1988 e 2008) con una squadra forte che ha battuto il girone della World League con un record di 8-1 nella classifica di questa settimana finali a Cracovia, Polonia.

Quindi, come fa una squadra senza campionato a giocare per spingere all’oro? Dimentica gli stereotipi della pallavolo. Questi non sono un gruppo di ragazzi seduti in case sulla spiaggia in California.Il roster ha alcuni rappresentanti della costa orientale e del Midwest, ei giocatori si sono induriti nei calderoni competitivi di Europa, Asia e in qualsiasi altro posto che abbia il campionato professionistico di cui gli Stati Uniti sono carenti – ovunque da Dinamo Mosca a Berlino Recycling Volley.

“Sicuramente penso che sarebbe utile per noi avere il nostro campionato, ma ci rende forti per andare a giocare all’estero”, dice Murphy Troy, una prima volta olimpionica di St Louis che ha giocato professionalmente in Italia, Francia e Polonia. “Distrugge le persone che non sono all-in.”

Essere un americano in una squadra straniera non è facile. “Devi essere forte”, dice Reid Priddy, che è tornato da un infortunio ACL per fare il suo quarto ruolo olimpico. “Devi dare tutto e giocare alla grande per ottenere un contratto il prossimo anno.Che in contrasto con alcuni degli altri paesi vediamo dove hanno un talento straordinario, ma sanno che se hanno un anno libero, verranno raccolti nei loro paesi d’origine. Ci prepara quasi sempre di più perché non c’è niente su cui tornare. ”

E il calendario è implacabile. A differenza del calcio, in cui i giochi internazionali sono distribuiti durante tutto l’anno, i giocatori di pallavolo attraversano una stagione professionale e una stagione internazionale.

Lo scorso autunno, gli uomini statunitensi si sono qualificati per le Olimpiadi vincendo la Coppa del Mondo, eliminando il bisogno di giocare in un qualificatore regionale a gennaio in Canada. Un mese dopo, Troy ha iniziato la sua stagione professionale con la squadra polacca Lotos Trefl Gdansk. Quella squadra ha giocato la sua ultima partita il 26 aprile. Entro l’11 maggio, era di nuovo in azione con gli uomini degli Stati Uniti nella loro base sud della California.A giugno, gli uomini statunitensi si sono recati a L’Avana, Rio e Roma prima di avere un weekend “casalingo” di gioco della World League a Dallas.

Non c’è molto tempo per una stagione “off”. “Un paio di anni fa, per me, era un giorno”, dice Troy.

Le leghe di pallavolo hanno cercato di ritagliarsi una presenza negli Stati Uniti in passato. La Co-ed International Volleyball Association ha avuto un po ‘di pubblicità negli anni ’70 per aver dato a Wilt Chamberlain, la vecchia star della NBA, un altro sport da giocare.

USA Volleyball ha intrapreso passi verso una nuova presenza pro con la Premier Volleyball League, che ha appena terminato la quinta stagione. Ma Priddy vede altre priorità, specialmente a livello di college.Un sondaggio NCAA del 2015 conta 21 squadre di uomini di divisione I, rispetto a 328 squadre di donne.

“Personalmente, penso che sarebbe ancora meglio creare uno scenario all’interno del sistema universitario dove ci sono squadre di pallavolo più competitive” Dice Priddy. “Penso che far crescere il gioco più che cercare di sottoscrivere un campionato professionistico.”

Un’altra frontiera: la televisione e le trasmissioni online. Priddy afferma che la qualità della pallavolo universitaria maschile è aumentata poiché i giocatori hanno più opportunità di guardare le partite di alto livello su YouTube. NBC Sports Network trasmette ora le partite della World League.

L’esposizione aggiunta non aiuta solo i giocatori a imparare e perfezionare i loro giochi.Più trasmissioni possono portare più fan che non hanno ancora visto il ritmo e la potenza del pallavolo professionista.

“Non ho mai sentito nessuno venire a una partita di pallavolo e dire, sì, non è per me” Priddy dice.

“Questo non è il tipo di pallavolo che si vede in un picnic in chiesa.”

About the Author