Lo stesso cileno sembra offeso e sembra che gli altri giocatori dello United

Lo stesso cileno sembra offeso e sembra che gli altri giocatori dello United non abbiano nulla a che fare con lui. L’unico passo logico per Mourinho in questa situazione sarà quello di mettere il cileno in riserva per un po ‘per alleviare la pressione e restituire la formazione che ha portato il risultato nella prima parte della stagione. Il portoghese e lo sapeva già: nella partita di coppa contro “Brighton” Alexis per la prima volta nella stagione è rimasto in riserva, e in un’intervista con Jose ha detto che il suo nuovo arrivato si rivelerà essere più nella prossima stagione.

Se continui a spingere Alexis a sinistra (e l’allenatore, a quanto pare, lo vede solo lì), poi la seguente reazione a catena può rovinare il Manchester United di tutto il finale della stagione e mettere in ombra il successivo. Sulla destra ci sarà Marcial moping, e Mata, che il genio si sente partner e collega il gioco della squadra insieme, andrà alla riserva. Le statistiche parlano da sole: con lo spagnolo in partenza, la squadra vince quasi sempre, senza di essa – costantemente perdendo punti.

Le difficoltà con le quali Alexis e Pogba si trovano ora di fronte nel team di Mourinho sono una chiara continuazione della tendenza già di vecchia data: con illimitate opportunità finanziarie del club, United non può integrarsi nella composizione delle stelle. Una cosa è venire alla squadra, che è un meccanismo di lavoro, in cui prenderai il posto giusto e realizzerai le tue qualità forti. Un altro è entrare in un gruppo di giocatori, da cui per cinque anni non è riuscito a rendere cieco uno scheletro tangibile.

Jose stesso ha sottolineato un altro aspetto dello stesso problema, criticando i suoi giocatori per mancanza di qualità di leadership dopo la partita con “Brighton”. Alexis e Pogba hanno giocato questo gioco in riserva, ma è improbabile che vedrebbero qualcosa di radicalmente diverso con loro sul campo. Quando alcuni giocatori non attraversano il cerchio centrale e mantengono bassa pressione, mentre altri inseguono gli avversari con la palla come un cane, questo porta al caos nella costruzione della squadra.

Cercando di creare la spina dorsale della squadra a spese di “artisti liberi” come un francese e un cileno – una cosa terribile. Sono stelle che trascinano una squadra già preparata e non diventano il nucleo per la formazione di un nuovo distaccamento. “Manchester” ha fatto lo stesso rake già molti anni fa e con Fergie: giocatori davvero fantastici – Juan Sebastian Verona e Shinji Kagawa – non c’era posto sul campo, svanivano e se ne andavano velocemente. Un po ‘più tardi, la stessa cosa è successa con Angel Di Maria.

About the Author