Ma la realtà è spesso lontana dalle previsioni e la forza principale

Ma la realtà è spesso lontana dalle previsioni e la forza principale in Europa è diventata una squadra che non è perfetta. Questa è una squadra che si permette di commettere errori in difesa, non segue la filosofia del gioco d’attacco e non consiste di stelle al 100%.

Il suo personaggio – ancor più che zabronzovevshy Olympian Cristiano Ronaldo e Sergio Ramos ladro – questo carro Lucas Vasquez, un giocatore di basso profilo, in grado di chiudere qualsiasi posizione dal difensore di attaccante. Privato del carisma, un colpo potente e un dribbling squisito, ma stabile e appagante per il suo lavoro.

Il suo allenatore – non un brillante tattico e un ex giocatore di football, il cui metodo principale è la rotazione della composizione. Infine, la sua qualità migliore – non la capacità di spingere l’avversario al cancello delle ondate di attacchi o semplicemente bello di giocare a calcio, ma la capacità di sopportare tutto il tempo necessario. Non si innamora dei fan con il suo DNA di “Barcelona” o heavy metal come “Liverpool”. Invece, semplicemente entra nel campo e vince, qualunque cosa accada nei restanti 89 minuti. Ed è la capacità di vincere, non la bellezza o lo stile del gioco, che è messo nel “Real” del campione al centro di tutto il resto della periferia.

Egli macina costoso “Manchester City” e PSG, teppisti inflessibile “Atletico” Simeone, rotolo che ha dato il suo cuore e l’anima per il bene di Buffon, “Juventus”. E poi ha continuato a ripetere ancora e ancora con l’accompagnamento di parlare dell’aiuto dei giudici. In questa stagione, in generale, e la prima semi-finale contro il “Bavaria”, in particolare, sono stati il ​​culmine elevato alla “Real” nel desiderio assoluto di vincere. La squadra non ha la prima giovane e sbaglia nelle partite con “Leganes” e “Girona”, ha mostrato il gioco più noioso e volatile di tutti i tempi guidato da Zidane.

“Real” vincerà la Champions League. Il Team Zidane resisterà “Bavaria” e schiaccerà “Liverpool” Foto: SI, obiettivo

Nonostante questo, ha battuto un avversario forte nella partita più importante in una visita e si è avvicinata ad una distanza di un passo fino alla quarta finale della Champions League negli ultimi cinque anni. La maggior parte dei giochi a Monaco di Baviera “Bavaria” ha effettuato l’attacco: il fuoco nonno Ribery, sfortunato Lewandowski, motivato Hames davvero voluto creare la storia e ripristinare il “Real” con un cazzo di pesce persico. Da qualche parte hanno preso la decisione sbagliata, da qualche parte non c’era un secondo extra. In un paio di momenti Navas ha ricordato perché gioca per uno dei migliori club europei.

About the Author