Wasim Akram consiglia Mohammad Amir del Pakistan: “Non sarà facile ma divertitevi”

 

Il Pakistan di Misbah-ul-Haq deve desiderare modelli migliori per giocare a Lord’s, che è spesso considerato l’apice della carriera di un giocatore di cricket di Test, ed esistono. Il Pakistan ha prevalso su Lord’s in entrambe le visite nel 1992 e 1996. L’uomo a cui spesso Amir viene paragonato, Wasim Akram, è stato al centro di quelle vittorie, come un irrefrenabile tuttofare nel 1992, che maturò in un capitano diplomatico relativamente calmo, quattro anni dopo. L’arma del Pakistan in attesa potrebbe mettere l’Inghilterra in retromarcia Mike Selvey Per saperne di più

Wasim raramente sembrava complicare eccessivamente il gioco – perché preoccuparsi quando è benedetto con così tanto talento naturale? Guardando al test di giovedì, ha riconosciuto: “Non sarà facile per lui [Amir]. Ma il mio consiglio per lui sarà di goderti il ​​gioco. Ha ritmo e abilità quindi esci e prova a fare del tuo meglio.Amir può essere il leader del branco che ha anche un filatore di gambe di qualità in Yasir Shah, che può essere la carta vincente in un variegato attacco di bowling “.

Wasim non è mai stato un sostenitore del caginess conservatore. Il Pakistan è al meglio quando attacca, dando libero sfogo ai lanciatori e ai filatori da polso. Questo è quello che fecero negli anni ’90 quando c’era Waqar Younis al fianco di Wasim e un altro paceman (potrebbe essere Aaqib Javed o Ata-ur-Rehman) favorito dall’impulso spinner da polso, Mushtaq Ahmed, che attualmente fa parte della squadra di coaching del Pakistan , avendo servito un apprendistato di sorta nelle file dell’Inghilterra.Quell’attacco ha raramente fatto un passo indietro e il perseguimento diretto dei wicket ha avuto solitamente successo.

Wasim ora consiglia un approccio altrettanto schietto contro un lato dell’Inghilterra che potrebbe essere più difficile di quelli che ha incontrato negli anni ’90. “L’Inghilterra ha dimostrato una notevole fiducia negli ultimi 18 mesi, quindi sarà difficile da battere. Per me l’unico modo è quello di fare “tit for tat” in tutti i dipartimenti del gioco se vuoi batterli.

Certamente l’attacco al bowling del Pakistan, anche se non così provato, ha caratteristiche simili a quelle degli anni ’90, con la prospettiva di Amir, il vecchio tearaway Wahab Riaz e un altro paceman accanto allo spinner dotato di polso, Yasir Shah.Non sono più propensi a resistere rispetto al lato che ha evocato un cliffhanger di una vittoria nel Lord’s Test del 1992.

È stato un tour piuttosto irritabile, anche se non per gli standard del 2010 o del 2006. Ci furono polemiche arbitrarie, accuse di manomissione della palla e drammi di lancio di maglioni (che coinvolgono l’arbitro Roy Palmer all’Old Trafford). Javed Miandad, come capitano, era meno incline ad essere una figura conciliatoria come Wasim nel 1996. Da ‘torturare’ un arbitro per individuare i punti, Inghilterra e Pakistan: una rivalità difficile | Andy Bull Per saperne di più

C’era anche un finale pulsante nella partita del Sunday’s Lord’s Test quando sono caduti 17 wicket. Questo è il test del Signore che i giocatori pakistani di oggi vorrebbero ricordare e un buon numero di loro sono abbastanza grandi per farlo.Altrimenti, Misbah, che all’epoca aveva 18 anni, può sicuramente illuminarli.

Questo è stato l’ultimo match di Ian Botham e uno dei suoi peggiori; fu il primo di Ian Salisbury e probabilmente uno dei suoi migliori. Non ci sono state prove di significato per Botham, che è stato sconcertato dall’oscillazione inversa di Waqar – non è stato divertente battere nell’ordine centrale contro quella parte del Pakistan. Botham presto aggravò un inguine ceppo, che, insieme a una punta malamente lesa per gentile concessione dell’attacco al ritmo del Pakistan, gli impedì di lanciare più di cinque overs. Salisbury ha preso cinque wicket nella partita e si è aggirato intorno come un guardiano notturno.

Ma le figure chiave erano inevitabilmente Wasim e Waqar.Condividevano 13 wicket e poi si univano a Pakistan 95 per otto e avevano bisogno di 139 per vincere contro l’attacco di tre uomini in Inghilterra (Phil DeFreitas aveva anche subito un infortunio all’inguine).

Per una volta Wasim e Waqar combinati brillantemente con i pipistrelli in mano. Continuando a fidarsi dei loro istinti aggressivi sono rimasti insieme fino alla fine, dopo di che nel campo pakistano c’erano più sorrisi che nel 2010.

About the Author