Come combattenti, intrattenitori, come squadra, questo progetto argentino è fallito

Il 22 giugno 1986 un singolo giocatore argentino è riuscito a superare tutto ciò segnando due goal, uno con la sua mano e l’altro una straordinaria corsa da solista che si classifica ancora come uno dei migliori della storia. Quei pochi minuti in campo spostarono l’attenzione per sempre e aprirono le porte per ulteriori volumi; poeti, intellettuali, giornalisti investigativi e teorici della cospirazione sarebbero occupati per altri 20 anni producendo grandi opere che solo una musa ispiratrice delle proporzioni maradoniane potrebbe ispirare. L’Argentina ha continuato a sollevare di nuovo la Coppa del Mondo.

Avanzamento rapido al 21 giugno 2018. L’Argentina, essendo entrata nella Coppa del Mondo con un piccolo giocatore ampiamente considerato come la Capra – uno sfortunato acronimo di Greatest Of All Time – con i fantasmi di questi due tornei che pesano pesantemente sulle sue spalle, sono quasi scomparsi.Novanta minuti angoscianti di una prestazione shambolic, con un Lionel Messi completamente assente e disconnesso e un terribile passo falso da portiere che affondò gli spiriti in campo, aprì la strada per una degna vittoria per 3-0 della Croazia.

La colpa il gioco e il dito puntato sono iniziati rapidamente.Nel giro di un’ora un file audio di Diego “Cholo” Simeone – presumibilmente in una conversazione privata con il suo assistente dell’Atlético Madrid Germán “Mono” Burgos – era virale online. “Ma se dovessi sceglierne uno per la tua squadra, chi sceglieresti: Messi o Ronaldo?” Dice la sua voce distintiva.

Jorge Sampaoli, che da un anno al lavoro non ha schierato la stessa squadra due volte , che ha sempre proclamato l’amore per i tre, ma mai fino a quando questa fatidica notte non ha dispiegato uno, che ha ripetuto all’infinito che ciò a cui stava lavorando era la “connettività” che avrebbe messo in evidenza il miglior Messi, aveva lasciato il campo insultato e offensivo. “Venditore di fumo”, hanno detto i fan arrabbiati dell’Argentina.

Si è assunto la responsabilità del fiasco e ha detto che “il progetto è fallito” prima, come se immediatamente consapevole che queste parole stavano scavando una fossa più profonda, si è corretto: “Il progetto di questo gioco fallito. ”

Pochi minuti dopo un giornalista ha affrontato Sergio Agüero con una leggera modifica:” Sampaoli afferma che i giocatori non si sono adattati al progetto. “Agüero sembrava sorpreso. “Può dire quello che gli piace”, pronunciò con uno sguardo assassino negli occhi e se ne andò.Al mattino voci di dimissioni e ammutinamento sono state sollevate e smentite più volte.

Non vi è alcun segno che la Federcalcio argentina possa guidare la strada verso un futuro più luminoso. Negli ultimi quattro anni ha parlato di ricostruzione, ristrutturazione e riforma, ma tutto ciò che è riuscito a fare è ripetere, rivivere e rafforzare i tratti e gli atteggiamenti peggiori. Forse più dannosamente, ha aperto le offerte per un progetto di formazione per i giovani e ne ha scelto uno che non faceva nemmeno parte della gara di appalto. Fino a 15 anni fa il paese si vantava, per la parte migliore di un secolo, alcune delle migliori e più progressiste tradizioni di sviluppo di bambini e adolescenti nel calcio mondiale. Questo è stato cancellato. Facebook Twitter Pinterest Eduardo Salvio sembra sgomento mentre la Croazia celebra.Fotografia: Anadolu Agency / Getty Images

La squadra che ha dovuto esibirsi sulle note di quel contesto shambolico consisteva principalmente degli ultimi guerrieri in piedi di una generazione passata e di alcuni novizi il cui primo assaggio di rappresentare il paese veniva gettato ai lupi senza alcuna preparazione sensata. E Messi, il cui blocco è stato totale. L’Argentina è sull’orlo mentre Ante Rebic fa irruzione per far passare la Croazia Leggi di più

Era chiaro come l’inno nazionale suonasse che qualcos’altro era nella mente di Messi. Abbassò lo sguardo e si grattò la fronte, come se stesse cercando di togliersi qualcosa dalla testa. Dopo di che è stato in gran parte assente. La superba centrocampista croata Luka Modric è stata generosa nella zona mista: “Messi è un giocatore incredibile ma nel calcio hai bisogno dell’aiuto della squadra.Siamo riusciti a chiudere gli spazi e ad impedire a Mascherano e ad altri giocatori di passargli. È un grande, grande giocatore ma non può fare tutto da solo. ”Sampaoli ha anche cercato invano di sminuire la colpa di Messi.

“ Sì, sì! Sì, voglio che Messi lo faccia! ”Uno squilibrato esperto di TV argentina urlò alla telecamera, sbattendo sul tavolo. “Tu, Messi: voglio che tu lo faccia! Te lo sto chiedendo! “, Ha continuato.

Se il calcio è evasione e i fan speravano di dimenticare i tempi torridi della crescente disoccupazione e della svalutazione al galoppo per alcuni minuti, il progetto ha sicuramente fallito.

Se il calcio è un gioco di bellezza e divertimento apprezzato da giocatori e osservatori, il progetto ha sicuramente fallito.È stato doloroso da guardare, non solo per gli argentini, e quei giovani che sono scesi in campo sicuramente non si sono divertiti. In effetti, la loro sofferenza era palpabile. World Cup Fiver: iscriviti e ricevi la nostra e-mail quotidiana sul calcio

Se il calcio è un gioco di guerra, una proposta strategica per sconfiggere un avversario attraverso manovre di combattimento accuratamente provate, un’Argentina tatticamente debole e psicologicamente fragile non ha raggiunto questo obiettivo : il progetto è fallito.

È come se le porte della percezione fossero state aperte e tutto fosse finalmente presentato davanti a noi così com’è. Un circo con pagliacci amari, nessuna rete di sicurezza sotto il trapezio, una tigre in gabbia malnutrita e un lanciatore di coltelli che punta al cuore della sua spalla.La signora nella scatola è tagliata a metà e l’uomo incatenato nella scatola di vetro dell’acqua non sta nemmeno cercando di liberarsi.Play Video 0:29 ‘Fa male alla mia anima’: i fan dell’Argentina a Buenos Aires reagiscono alla sconfitta della Croazia – video

About the Author