Siamo dal futuro Squadra dell’Inghilterra

Ero molto giovane e quando suoni a quell’età, devi riprenderti rapidamente. Pensi ai night club come a tutti gli altri, ma sei un giocatore di football, il che significa che hai delle responsabilità. È necessario recuperare, dormire, allenarsi, viaggiare e non combattere dalla squadra …. ″

In difesa del Chelsea
Il Chelsea vincerà solo se condividono la visione del mondo di Zuma. A suo avviso, la critica dei media è parte integrante del calcio, che non dovrebbe influire sulla squadra.
Kurt Zuma: “Pensi a discoteche come tutti gli altri, ma sei un giocatore di football, il che significa che hai delle responsabilità” Foto: Sport-Magazine
″ … Non ascoltiamo ciò che dicono di noi, perché sappiamo che torneremo presto. Comprendiamo che non possono che criticarci per una brutta partita, ma recentemente abbiamo giocato meglio e stiamo gradualmente restituendo fiducia nelle nostre forze.
In tali stagioni, semplicemente non puoi pensare a te stesso. Tutti i pensieri dovrebbero riguardare la squadra. Non siamo in buona forma, a dire il vero. Con tali giocatori, il Chelsea non può scendere al di sotto della seconda linea.

Ci sono stati momenti difficili, ma non ci siamo mai persi d’animo. Tutti si aiutano a vicenda e regna un’atmosfera favorevole negli spogliatoi. Non ci sono problemi con il capo, tutti vanno d’accordo. Innalzeremo la classifica, di cui non ho dubbi. Se continueremo a migliorare e pensare nel prossimo gioco, raggiungeremo il nostro … ″.
Zuma ha deciso di terminare l’intervista con una nota positiva, che si correla bene con il suo secondo nome: Happy.
″ … Sono venuto a suonare. Voglio dimostrare che rimarrò a Chelsea per molto tempo. Ho sognato di suonare qui. Sono felice e orgoglioso.Nel seguito della rubrica sui giovani talenti, Ivan Zharinov parla di coloro che possono sorprendere la squadra russa quest’estate.

Pensi che Roy Hodgson sia un allenatore moderno e progressista? E come pensi dei giovani? È pronto a fidarsi di lei?

Immaginiamo che il vecchio Roy continuerà ad allenare la squadra inglese ai Mondiali russi 2018. Hai sentito? Bene. Pensi quante nuove facce vedremo in quel torneo, quanti giovani potrà portare la squadra? Suggerisco un po ‘di immaginazione sull’argomento se il piccolo Arsen Wenger si svegliasse a Hodgson con il desiderio di allevare e nutrire calciatori giovani e di talento.

About the Author