Tuttavia, era Salah come parte di Liverpoo

Individualmente, forse non la sua migliore partita è stata giocata da Mohammed Salah. Per suo conto solo 78 azioni tecniche e tattiche in 125 minuti di puro tempo di gioco con un modesto successo del 56%. Salah ha sparato cinque volte in porta del “blu”, ma ha colpito il bersaglio solo due volte, anche se era tra i giocatori più pericolosi nella partita con un goal goal previsto di 0,48xG. Allo stesso tempo, Salah non ha potuto rivelare il potenziale tecnico – ha rappresentato solo 4 colpi, di cui solo uno ha avuto successo. Sì, e 20 perdite di palla (l’indicatore principale nel campo del Liverpool e il secondo nella partita dopo 22 sconfitte all’Aspilicueta dal Chelsea) – questo non è un motivo di orgoglio …

Tuttavia, era Salah come parte di Liverpool che era abitualmente la più creativa. Sul suo conto ci sono 6 programmi “intelligenti” contemporaneamente (le statistiche indicano i passaggi che danno agli attacchi una direzione creativa) – il miglior indicatore tra tutti i partecipanti alla partita. È vero, solo due erano precisi, ma il solo egiziano ha rinunciato a quasi la metà dell’indicatore della squadra in 13 trasmissioni “intelligenti”.

Anche il Chelsea è soddisfatto da questo punto di vista. Le statistiche del team Lampard hanno contato 15 passaggi “intelligenti”, di cui 9 accurati (Liverpool ne aveva 6). Il leader tra i londinesi nel loro numero era Jorginho, in termini di qualità: Pedro e Cante.

Liverpool e Chelsea hanno mostrato un grande calcio. Spiacente, c’era solo un trofeo

In generale, il calcio nella partita per la Supercoppa UEFA si è rivelato esattamente come dovrebbe essere nella partita di esibizione. Entrambe le squadre hanno giocato per lo spettatore e con un minimo di eccessiva cautela. Sì, alla fine, sia il “rosso” che il “blu” mancavano francamente della prontezza funzionale, ma quasi nessuno voleva passare 120 minuti ieri sul campo, e quindi non vale la pena chiedere rigorosamente ai partecipanti alla partita. La vittoria meritava l’una e l’altra. Il gioco fu una specie di “swing”, quando Liverpool e Chelsea apparvero sul cavallo … Pertanto, è logico che il destino di un tale duello sia stato deciso da una lotteria banale sotto forma di una serie di calci di punizione di 11 metri. Suonarlo, ovviamente, è sempre offensivo, ma mai vergognoso. Dopo il fischio finale, gli spettatori neutrali potevano solo rimpiangere che ad entrambi i rivali non fosse stato assegnato un trofeo, perché ieri era esattamente il caso in cui era estremamente difficile determinare il perdente. I vincitori meno meritati a volte accadono di tali perdenti …

About the Author